Schiere

di Elena R. Marino Guardiamo in su e vediamo una grande luminosa palla che ci sovrasta, e rimaniamo a lungo a guardarla, e se proviamo a non guardarla non c’è molto altro da guardare, poiché riusciamo a vedere solo le nuche di quelli davanti a noi, anzi, per essere precisi, quasi solo la nuca di […]

Read More Schiere

Poco, pochissimo

di Francesca Mattei Nella città in cui vive Vanessa non c’è la metro. Non c’è neanche il tram, e gli autobus non circolano dopo mezzanotte. All’ora dei pasti le strade sono deserte e i pedoni camminano in mezzo alla carreggiata. Vanessa ci abita da quando è nata, il che significa da una vita. Vanessa porta […]

Read More Poco, pochissimo

Viscosi sogni

di Sonia Chierici Actimen, per il tuo sistema immunitario: 10 miliardi di H Sapiens. L’ultima battuta che mi resta di lui dopo il finimondo. C’è anche il disegnino di uno yogurt gigante che un mondo con la bocca da pacman beve sorridente. Poi il diario, dimenticato a casa mia, finisce. Gli avevo chiesto di venire […]

Read More Viscosi sogni

L’intervista

di Alessandro Busi “Non si può girare intorno al fatto che mettere delle parole su carta è la tattica di un bullo segreto, un’imposizione della sensibilità dello scrittore sullo spazio più privato del lettore” [J. Didion, intervista apparsa sul New York Times del 5/12/1976] Il mio libro inizia così: “Il 20 maggio 1987 un ragazzo […]

Read More L’intervista

Quaderni sull’acqua

estratto di Quaderni sull’acqua, di Babak Lakghomi (Pidgin edizioni, 2018 – traduzione di Stefano Pirone) Il mio nome è Bob e così descrivo la mia vita: una stanza in un attico con una tenda gialla in uno stretto corridoio, un letto a molle su un pavimento che scricchiola. Quaderni in uno zaino. Due tazze di […]

Read More Quaderni sull’acqua

7’46”

di Luca Giommoni Se stai leggendo, vuol dire che hai trovato questa lettera. Non ti ho mai scritto niente. Non ho mai scritto niente. Tuffati nelle mie righe come quando hai messo la testa sott’acqua per la prima volta e ti sei ritrovata immersa in un linguaggio nuovo. Penso di aver già catturato la tua […]

Read More 7’46”

L’inganno del tempo

di Paolo Zardi Esiste un patto, tra chi scrive e chi legge, un tacito accordo che vincola le parti. Da un lato, il lettore sospende volontariamente la propria incredulità, e finge di considerare come vere le storie che gli vengono raccontate: riderà, si commuoverà e arriverà perfino a piangere per la sorte di persone che […]

Read More L’inganno del tempo

Terrarium

di Antonio Vangone Più che un astronauta, un giardiniere. Lo avrebbero legato a un pezzo di alluminio e sparato a folli velocità fino a Marte, il seme della terraformazione del pianeta. Nessun ritorno. Sarebbe stato solo, una questione logistica. A lui stava più che bene. Un sordo vive già in una bolla, che sia su […]

Read More Terrarium

Nostalgia

di Leonardo Gatta L’omino di Acrovix è solito scendere per il pendio montano quando avverte la gestazione di un particolare che lo avvicinerà al presente. Costituzione in legno di mogano, ma soprattutto dogmi e cartoline, sicché di solito giunge in ardore alla cascata che si trova dentro all’angusto alveo della foresta. Gradisce appieno le luci […]

Read More Nostalgia