Piccolo saggio sugli altoparlanti

Testo tratto da “Introduzione al mondo”, Orientexpress, 2015 I. Utilità A cosa serve un altoparlante? Amplifica il volume di una voce che altrimenti non potrebbe essere sentita. Se non fosse ascoltata, la voce, quale sarebbe la differenza rispetto al silenzio? Ha bisogno di un altoparlante perché diversamente non potrebbe essere udita.Che fastidio essere trascurati! L’altoparlante […]

Read More Piccolo saggio sugli altoparlanti

L’autobus di Rosa Parks

Verità e parvenza nella dialettica trascendentale Introduzione Cari studenti, questo qua sopra sarebbe dovuto essere il titolo del mio nuovo libro. Nuovo e ultimo, visto che tra due anni andrò in pensione. Ma sono stati mesi molto difficili per me e non ho avuto la forza di portare a termine qualcosa che tanto nessuno avrebbe […]

Read More L’autobus di Rosa Parks

Non ci parliamo da un anno esatto

<Temo che da qui in poi sarà solo un anticlimax> <Non esiste alcun vantaggio pratico nell’essere come me> <La domotica è atta a migliorare la qualità degli ambienti antropizzati> <Siamo persone tristi con problemi buffi> <Quanti sono gli oggetti che ci dimentichiamo di possedere?> <Se riusciamo a immaginare qualcosa quel qualcosa esiste?> <Monadi religiose> (e […]

Read More Non ci parliamo da un anno esatto

Scala 1:1

Era affondato nella poltrona a pozzetto di cuoio di bufalo marrone con borchie d’ottone. Nell’angolo, la pendola in palissandro e madreperla con quadrante bronzeo indicante le fasi lunari e lancette metalliche a goccia, vetri molati, intarsi epoca ottocento e opzione d’arresto notturno automatico, segnava le 15 e 46 minuti esatti. Sotto i piedi, il tappeto […]

Read More Scala 1:1

Nottetempo

La luna splendeva pallida sulla cittadina notturna. La terra sabbiosa, sulle rive del fiume, era ancora tiepida dopo una lunghissima giornata estiva. Ne approfittava un gruppetto di adolescenti, intenzionati a fare un bagno malizioso. Qualche maschio, usando espedienti poco credibili, cercava di farsi notare dal gentil sesso. Il tempo scorreva lento come l’acqua, senza badare […]

Read More Nottetempo

Le viscere della terra

149. Avendo scoperto la solitudine dell’uomo, mi incamminai per il mondo, verso le viscere della Terra. Raccontano che l’amore sia una pietra dura nascosta in giacimenti estesi al di sotto dei Balcani. Alcune popolazioni la tagliano con martelletti di granito che si tramandano di generazione in generazione, all’interno dei clan, e ne ricavano piccoli amuleti […]

Read More Le viscere della terra

Noema

Nel 1961, nel piccolo villaggio spagnolo di San Sebastian de Garabandal, quattro giovani ragazze si trovarono ad assistere a un’apparizione della Vergine Maria. Entrarono in uno stato di estasi in cui divennero completamente inconsapevoli dell’ambiente che le circondava e delle loro percezioni sensoriali. Secondo quanto si dice, i testimoni avrebbero pizzicato le ragazze, perforato la […]

Read More Noema

Il bostrico accelerazionista

Vorrei farla breve, come se la raccontassi a un amico, a corollario di un incontro, o sull’uscio d’una bottega – cosa che ho realmente fatto, più d’una volta – un po’ di fretta quindi, in un normale giorno di lavoro. Che questa storia possa essere letta come una allegoria non sono ancora persuaso. Fatto sta […]

Read More Il bostrico accelerazionista

Petlog

Mia madre sta parlando al telefono con mia nonna. Parla a bassa voce; e parla a bassa voce perché sta parlando del Diavolo. In estate è sempre la stessa storia. Dal 21 giugno al 21 settembre, ogni mattina, mia madre copre tutti gli specchi di casa, dà il lassativo al gatto e telefona a mia […]

Read More Petlog